Sintomi dell’abuso di alcool

L'abuso di alcool è ormai da molti anni riconosciuto come una delle peggiori e più distruttive dipendenze. I consumatori di sostanze alcooliche vengono divisi in due categorie: la prima viene definita "bevitore sociale", ed è il tipico individuo che frequenta bar e locali, per lo più notturni, e acquista bevande alcooliche per darsi delle arie, attirare l'attenzione, rompere il ghiaccio con sconosciuti; insomma l'alcool, in questi casi, diventa un amico che ti fa da spalla in situazioni sociali nelle quali si desidera fare amicizia o stare in compagnia. La seconda categoria è "il dipendente, lo schiavo". La differenza rispetto al bevitore sociale è netta: il bevitore sociale beve solo per tenersi occupato e condividere il proprio tempo con altre persone; il dipendente beve come ragione di vita. L'alcool è sua madre, suo padre, il suo miglior amico, è l'amante, è la sua ancòra di salvezza, il porto sicuro dove attraccare mentre, là fuori, infuria la tempesta. Il dipendente dall'alcool ha messo l'alcool al primo posto della sua vita. Tutti i suoi familiari, che ad un livello inconscio, sono causa delle sue frustrazioni e del suo fallimento come persona, ricoprono uno spazio ed un'importanza meramente secondaria.

Il dipendente, infine, entro non molto tempo può mettere in secondo piano non solo gli altri, ma anche se stesso, al punto di perdere contatto con quella parte sacra insita in ogni essere umano che ci impedisce di farci ammaliare dalla metà oscura insita, altresì, dentro di noi e famosa per essere cinica, priva di scrupoli e immorale. La triste realtà, quasi ogni giorno, ci mostra crimini volontari o colposi commessi da persone sotto l'effetto di alcool, spesso accompagnato da droghe.

 

Abuso di alcool tra gli adolescenti

 

Uno studio americano di non molto tempo fa ha diffuso dati allarmanti: circa il 30% di ragazzi del college non hanno nessuna remora a farsi ammaliare e sedurre dall'alcool. Per loro è ininfluente sapere che l'alcool è pericoloso, provoca dipendenze, perdita di concentrazione ed altri gravi problemi di cui a breve parleremo. I giovani americani sono letteralmente innammorati delle bevande alcooliche e dei suoi effetti sulla psiche. Giovani americani? In Italia forse le cose sono ancora peggio. Un esempio? Basta bazzicare una sera a Salerno e farsi travolgere dalla Movida Salernitana per farsi un'idea di cosa sia veramente un girone dell'inferno dantesco…

 

Abuso di alcool tra persone anziane

 

Perché le persone anziane, molto spesso, fanno abuso di sostanze alcooliche? L'alcool aiuta a dimenticare, a non pensare, a vivere in un limbo indefinito che ci impedisce di guardare in faccia una realtà dolorosa o ben diversa da quella che eravamo soliti vivere. Molti anziani bevono perché hanno perso delle persone care, sono andate in pensione dopo 40 anni di tran tran quotidiano e, ora, non sanno che diavolo fare del loro tempo libero. L'alcool, quindi, diventa un rifugio, una coperta di Linus da cui farsi avvolgere.

 

Sintomi fisici dell'abuso di alcool

 

I sintomi che evidenziano l'abuso di alcool si dividono in sintomi fisici e sintomi mentali.

SINTOMI FISICI:

• Perdita di peso (spesso il dipendente dall'alcool mette in secondo piano anche il cibo).
• Perdita di focus sul momento presente.
• Black-out mentali.
• Senso di vertigini e di vomito.
• Discorsi senza senso e difficoltà ad articolare le parole.
• Guance perennemente arrossate.
• Sensazione di formicolio agli arti, in particolar modo alle mani.

 

Sintomi mentali dell'abuso di alcool

 

SINTOMI MENTALI:

• Insonnia o abuso di sonno.
• Incapacità a smettere di bere (sindrome del "solo un ultimo bicchiere").
• Irritabilità e rabbia ingiustificata.
• Scientifico allontanamento da luoghi, locali e ambienti dove non sia previsto il consumo di alcool.
• Desiderio di bere mentre si guida.
• Difficoltà nel controllo emozionale: scoppi di rabbia, panico, pianto.
• Difficoltà a rispettare impegni e scadenze di carattere sociale e relazionale.

Non bisogna dimenticare che l'abuso di alcool è responsabile di altri disturbi, quali:

  • Patologie epatiche.
  • Disfunsione erettile.
  • Cancro, Ictus e Infarto.

Inoltre, è stato anche appurato che il consumo e l'abuso di alcool durante la gravidanza può nuocere gravemente alla salute del feto.

NOTA FINALE:

Questo Articolo non vuole assolutamente sostituire il consulto di uno specialista, ma dare solo informazioni di base su questa problematica. Se ritieni di essere dipendente dall'alcool ma fino ad oggi te ne sei fregato perché l'alcool non ti fa pensare ai tuoi problemi, ti fa stare allegro, ti fa essere più socializzante, etc…sappi che l'Essere Umano ha in se tutte le qualità per vivere una Vita Felice e lo può fare senza l'utilizzo di sostanze che alterino le percezioni e gli stati emozionali. Fatti un Regalo e fattelo oggi: consulta il tuo medico di base: lui può indirizzarti verso centri specializzati per la cura dalla dipendenza dall'alcool.

Un Saluto di Luce,
Fausto